Europa

Vacanze nella Penisola Calcidica: una gemma del Mediterraneo

By on Maggio 12, 2019
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Penisola Calcidica: il tesoro sconosciuto della Grecia

Solitamente, quando si organizza un viaggio in Grecia, le mete più gettonate sono sempre quelle più conosciute dalle masse: Creta, Atene, Mykonos, Corfù, ecc. La Grecia in realtà ha tanto altro da offrire e l’esempio perfetto è rapresentato dalla penisola Calcidica, una gemma inesplorata che si affaccia sul Mediterraneo.

Poco pubblicizzata dai tour operator e per questo ancora incontaminata, questa splendida zona offre una grande varietà di opzioni. Si va dalle montagne dell’entroterra ai chilometri di coste sabbiose, insenature segrete, villaggi tradizionali, ville di lusso e persino monasteri. Sì, la Calcidica soddisfa ogni gusto e budget.

Luogo d’incontro tra passato e presente

La penisola Calcidica si trova nel sud-est della regione balcanica. Si estende in particolare a sud della città di Salonicco, nella parte meridionale della Macedonia, comprendendo quei lembi di terra simili per forma ai tre rebbi di una forchetta, ciascuno dei quali si riversa nelle calde acque turchesi del Mar Egeo: le penisole di Kassandra, Sithonia e del Monte Athos.

I colori caldi e l’azzurro dominano ogni cosa, stregando i cuori dei viaggiatori, e rivelando scorci di natura incontaminata. I panorami mozzafiato e il mare promettono una vacanza da sogno lontano dal caos delle mete più inflazionate.

La natura incontaminata è di sicuro il fiore all’occhiello di questa penisola, ma non è l’unica ragione per decidere di trascorrere qui le proprie vacanze. La Calcidica è un luogo dove il tempo sembra essersi arrestato, e che fa da ponte tra passato e presente. Impossibile ignorare l’aria di cultura che vi si respira, grazie ai tesori archeologici tipici della Grecia e che di certo non mancano neanche qui. Anzi, alcuni dei siti archeologici della penisola sono forse fra i meglio conservati del Paese.

Non va ad esempio dimenticato che proprio nella penisola Calcidica si trovano le città di Olinto e Stagira, quest’ultima patria natale del filosofo forse più importante del mondo classico: Aristotele.

E non va di sicuro dimenticato il Monte Athos, con i suoi monasteri abbarbicati a picco sul mare, e abitato da circa duemila monaci di sesso maschile che si ritengono gli ultimi guardiani dell’ortodossia cristiana, al punto da vietare l’ingresso al Monte Sacro alle donne per evitare ogni forma di tentazione. Oggi, il Monte Athos è una vera e propria meta di pellegrinaggio e i forestieri che lo raggiungono lo fanno con l’intento di recuperare un contatto con la loro spiritualità più profonda.

Quando la natura è vita

Non sorprenderà dunque se questa meta turistica, caratterizzata da clima caldo tutto l’anno, offre ben più di una semplice vacanza al mare.

Certamente, i chilometri di spiagge sabbiose – che si frammentano in baie nascoste e insenature dalla sabbia dorata o bianchissima, quasi caraibica – ben si prestano tanto alle famiglie con bambini, quanto agli amanti del mare e dello snorkeling.

Alle spalle di queste spiagge, poi, si alzano montagne e colline che punteggiano l’entroterra, permettendo così tutta una serie di attività sportive parallele a quelle legate al mare, quali escursioni a piedi o in bici, hiking e trekking.

Per coloro che vogliono semplicemente prendere il sole, ci sono centinaia di chilometri di spiagge che si affacciano su acque calde e cristalline. Qui è possibile praticare quasi ogni tipo di attività acquatica, incluso lo snorkeling. Ad esempio, il Golfo di Vourvourou nella parte nord-orientale della penisola di Sithonia è rinomato come punto di partenza per le escursioni in barca. Molto rinomate sono le colorate barriere coralline a breve distanza dalla costa.

Per chi, poi, fosse interessato all’esplorazione e all’escursionismo, la Calcidica centrale offre anche aspre montagne, sentieri sabbiosi che si inerpicano alle spalle delle calette, e altri immersi nelle foreste e nella macchia mediterranea che promettono ore da trascorrere nella natura più selvaggia.

Nella penisola di Kassandra è addirittura possibile godere di una sorgente termale caratterizzata da acque sorgive ricche di zolfo, idonee alla cura delle malattie reumatiche e dermatologiche.

E la movida…? Ebbene, c’è anche quella (pt 2).

 

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Skyscanner solo tablet e mobile
Tradedoubler 300×250