Il Selciato del Gigante


Europa

Il Selciato del Gigante: alla scoperta dell’Irlanda del Nord

By on Maggio 20, 2019
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Il Selciato del Gigante è forse uno dei luoghi più conosciuti dell’Irlanda del Nord. Si trova nella contea di di Antrim, nella parte nord-orientale dell’isola, ovvero in quello spicchio di Irlanda che si affaccia sul Canale del Nord e che guarda verso la Gran Bretagna. Ed è proprio in questa contea che si trovano alcuni degli scenari più interessanti al mondo, dal punto di vista geologico. Il Selciato del Gigante (Giant’s Causeway) è senza dubbio uno di questi e non può assolutamente mancare nel tuo viaggio in Irlanda.

Fantasia o realtà?

The Giant’s Causeway, letteralmene “il sentiero del gigante”, è una formazione rocciosa di natura basaltica che attira ogni anno curiosi e turisti da ogni parte del mondo.

Nel corso dei secoli, innumerevoli leggende sono nate intorno a questo tratto di costa, la più famosa delle quali racconta di come tale sentiero di pietra sospeso sull’oceano fosse stato creato dal gigante Fionn mac Cumhaill per poter raggiungere il suo rivale, il gigante scozzese Benandonner.

Un’altra versione della stessa leggenda, invece, vuole che lo scopo del gigante Fionn fosse quello di raggiungere la Scozia, dove dimorava la sua amata. Entrambe le versioni sarebbero comunque sostenute dal fatto che presso l’isola di Staffa, in Scozia, sono presenti formazioni basaltiche molto simili, che rappresenterebbero il punto di arrivo del sentiero vero e proprio.

Narra ancora il mito di come Fionn riuscì, infine, nel suo intento di lasciare l’Irlanda a favore della Scozia e di come, a quel punto, il sentiero sospeso sul mare non fosse più necessario e si inabissò nell’oceano.

La realtà è forse meno romantica della leggenda, ma non per questo meno affascinante. Il Selciato del Gigante è il risultato di un’intensa attività vulcanica che interessò quel tratto di costa irlandese circa sessanta milioni di anni fa.

Il basalto fuso, fuoriuscito dagli strati più interni della crosta terrestre, a contatto con l’aria fredda e con l’acqua gelida dell’oceano, si solidificò all’istante assumendo la tipica conformazione esagonale, e dando vita alle 40.000 colonne basaltiche che è tuttoggi possibile ammirare.

Tale conformazione è così particolare ed unica nel suo genere che sin dal 1986 il Selciato del Gigante è stato inserito nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Come raggiungere il Selciato del Gigante

Il modo più semplice per raggiungere il sito geologico, durante il nostro viaggio in Irlanda, è ovviamente in auto. L’ingresso al Selciato del Gigante, di per sé, avviene oltrepassando il Centro Visitatori, alle spalle del quale si trova un ampio parcheggio a pagamento per le autovetture dei turisti.

Sono comunque anche disponibili tour guidati, navette ed autobus che partono dalle più vicine città, Belfast inclusa. Un’altra valida alternativa all’auto è il treno. Lo si può prendere da Belfast, o Londonderry e fino alla stazione di Coleraine. Da lì, sarà poi necessario proseguire in autobus.

Il paese più vicino al sito geologico è Bushmills, tipico villaggio nord-irlandese da dove partono regolarmente le navette e gli autubus che raggiungono la costa. Benché si tratti di un piccolo centro, Bushmills è diventato un ottimo punto di raccordo proprio per la vicinanza al Giant’s Causeway e per questo motivo offre punti di ristoro e soprattutto una valida alternativa al pranzo al sacco, con i suoi ristoranti, pub e café. Bushmills è anche la località migliore se si vuole soggiornare in zona.

Come avviene la visita

La visita al Selciato del Gigante non è monitorata dal personale. Ciò vuol dire che una volta acquistato il biglietto presso il Centro Visitatori, si accede liberamente alla costa e da lì si possono raggiungere i punti di maggiore attrazione: the Organ Pipes (formazione rocciosa composta da colonne che ricordano un organo). Il Giant’s Boot (una roccia basaltica a forma di stivale). The Camel (che rappresenterebbe un cammello accovacciato sulla riva, in attesa di essere cavalcato dal gigante Finn). E soprattutto la famosissima Wishing Chair (letteralmente, il trono dei desideri).

La durata della visita, invece, dipende dal proprio passo e dalla volontà di trascorrere più o meno tempo tra le rocce basaltiche. Va tenuto conto che si tratta di un percorso ad anello di circa 4 km, non del tutto agevole. Il percorso, infatti, si affaccia sul mare e la costa risulta abbastanza aspra in alcuni punti. Le rocce sono scivolose e spesso battute dal vento e dalla brezza marina.

Si consigliano pertanto abbigliamento e scarpe idonee (giacche antivento/anti-pioggia, scarpe con suola antiscivolo).

Per maggiori informazioni, o per pianificare al meglio il proprio viaggio in Irlanda, si consiglia di visitare il sito ufficiale.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Skyscanner solo tablet e mobile
Tradedoubler 300×250