Africa

Egitto: medicinali, assicurazione, vaccinazioni

By on Ottobre 25, 2018
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Proteggiamo la nostra salute con un’attenta prevenzione

Abbiamo visto cosa mettere in valigia per il nostro viaggio a Marsa Alam e Berenice, ma credo che il capitolo dedicato alla salute meriti un discorso a parte e che vada approfondito attentamente. L’Egitto è comunque un Paese straniero e una buona prevenzione è necessaria per evitare brutte sorprese.

Medicinali e farmaci: cosa portare con noi quando si viaggia

Personalmente, sono dell’avviso che i medicinali di base vadano sempre portati con sé, soprattutto quando si lascia l’Italia. Essendo io asmatica e soffrendo di allergia, non lascio mai a casa – qualsiasi sia la mia destinazione – il mio broncodilatatore (Ventolin), ma anche…

I farmaci essenziali

    • Antidolorifico generico. Personalmente, preferisco il Moment, ma ottime alternative sono anche i vari Brufen, Buscofen etc. Un mal di testa post viaggio o un mal di denti improvviso sono sempre dietro l’angolo ed è meglo essere previdenti.
    • Antiperitico: preferibilmente paracetamolo, vedi Tachipirina, per far abbassare rapidamente la temperatura in caso di febbre. Va bene anche l’Aspirina. Un raffreddore improvviso può rovinare la vacanza in un attimo e gli sbalzi di temperatura – tra l’esterno e i resort dove l’aria condizionata, solitamente, è sempre molto alta – sono spesso galeotti.
  • Termometro: per sincerarsi eventualmente di quanto si sia alzata la nostra temperatura.
  • Antibiotico a largo spettro: vedi Augmentin. Da portare con sé per sicurezza personale e da assumere solo in casi estremi, dato che l’antibiotico andrebbe sempre prescritto dal medico.
  • Antistamico: ovviamente, questo farmaco può essere omesso da chi non soffre di allergie.
  • Antidiarroico: su tutti, Imodium, da assumere immediatamente in caso di dissenteria. In Egitto è facile soffrirne non soltanto per il cambio di alimentazione, ma per l’area condizionata al chiuso. Altra nota importante, si sconsiglia fortemente di assumere acqua che non sia imbottigliata, proprio per evitare crisi di dissenteria. E questo vale anche per l’igiene orale.

Medicinali che è meglio avere con sé

    • Fermenti lattici: per mantenere regolare e protetto il nostro intestino.
    • Pomata per contusione o strappi muscolari: la mia preferita è la Voltaren, utile in caso di affaticamento muscolare o crampi post snorkeling. E vi assicuro che dopo ore di sessione in acqua, mi è capitato!
    • Pomata a base di cortisone e/o cortisone in pastiglie: la pomata – tipo Gentalyn – può essere usata come primo intervento per esempio in caso di puntura di insetti o irritazione all’epidermide. Le pastiglie in caso di reazioni allergiche anche gravi.

Il nostro kit di pronto sottocorso

Per concludere e considerato che stiamo andando al mare, personalmente consiglio di portare i seguenti articoli, anche se non sono veri e propri medicinali:

  • Un kit di pronto soccorso: che contenga garze, garzine, nastro. Ma anche delle forbicine e un tagliaunghie.
  • Cerotti: soprattutto quelli per le vesciche. Dato che la nostra vacanza è improntata al mare, sono da preferire quelli impermeabili.
  • Crema idratante, protezione solare, burro cacao.
  • Compresse per la cinetosi: ovvero contro il mal di mare, mal d’aereo etc, tipo Travelgum insomma. Ottime anche in caso di gita in barca.
  • Un repellente per insetti: tipo Autan.

Assicurazione medica e vaccinazioni

Venendo all’assicurazione di viaggio, per indole io non andrei mai all’estero senza un’adeguata copertura. Esistono diversi istituti che forniscono polizze perfette per chi viaggia. Avere un’assicurazione in tasca mi rende più serena e mi fa affrontare la vacanza con più tranquillità, ben sapendo che in caso di problemi posso sempre chiamare qualcuno che parli italiano e che faccia da tramite con i medici locali per aiutarmi in tutte le mie esigenze. Un piccolo consiglio che vi do è quello di controllare se la zona dove vi state recando è sconsigliata dalla Farnesina perché, in tal caso, alcune polizze possono fare storie o rifiutarvi la copertura medica.

Tornando agli istituti assicurativi, mi trovo molto bene con Allianz e la mia polizza preferita di sempre è la Allianz Global Assistance. Non mi è capitato di doverla usare e ammetto che costa un po’ di più rispetto ad altre soluzioni, ma mi sembra anche che abbia una maggiore copertura e una certa affidabilità che mi fa dormire tranquilla.

Vaccini e Vaccinazioni

Sempre rimanendo in tema, va precisato che per chi si reca in Egitto non ci sono vaccinazioni obbligatorie da fare prima di partire. Tuttavia, essendo comuni e facilmente trasmissibili alcune malattie come l’epatite A e B, e il tetano, è sempre meglio vaccinarsi per evitare brutte sorprese. La profilassi è fondamentale, quindi vi ricordo ancora una volta di non bere acqua corrente – anche se potabile – e di lavare più volte la frutta e/o sbucciarla prima di consumarla.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Skyscanner solo tablet e mobile
Tradedoubler 300×250